articoli


Vanity Fair n. 38/2011 del 28/09/2011


Gli dico che lo amo: e se poi mi rifiuta? Ha l’insonnia da quando ha capito di amare un ragazzo. Che forse è etero e potrebbe rispondergli “no”.

Cara Mina, ho 22 anni e lotto ogni giorno contro la solitudine. Ho diversi amici, ma non riesco a colmare il vuoto che sento dentro me a causa dell'assenza dell'uomo che mi farebbe sentire bene. È da un po' che ho conosciuto un ragazzo, sono rimasto “fulminato” al primo sguardo. Ci siamo visti pochissime volte, ci siamo confessati un reciproco interesse, ma lui alcune volte sembra interessato e altre, indifferente. Guardo e riguardo le sue foto, penso e ripenso alle lunghe ore passate a parlare e punzecchiarci e la tristezza mi invade. Come posso difendermi nel pantano delle incertezze? Manuel

Caro Manuel, cerca di andarci dentro. Per capire un po’ di più. Stare lì a macerarsi non serve a niente. E intanto il tempo passa e il disagio aumenta. Sempre meglio la verità. Cercala, anche se pochissimi hanno il coraggio, le palle per dirla. Magari questo tuo amico te la dichiarerà. E allora, con grande calma, prenderai provvedimenti. Ti abbraccio.




Quella sua alcova segreta

Potrebbe ricordarmi il titolo di un suo brano dove lei di notte fugge volando verso un'alcova segreta per poi ritornare indietro bella e soddisfatta nella sua camera da letto? La ringrazio di cuore.

Buonasera a lei, uomo o donna che sia. Per la verità, mi sembra di aver già risposto a una lettera che poneva la stessa domanda. O mi sbaglio? Boh… Comunque, ecco qua. Si intitola, se ho capito di che pezzo sta parlando, “Certe cose si fanno”, e ha un gran testo di Bruno Lauzi. Controlli e mi faccia sapere. Caro amico, mi dicono che ho cantato più di mille canzoni. E in questo mare potrei essermi sbagliata. La saluto rispettosamente.




Mi hanno dimenticata

Che cosa pensi delle persone che si dimenticano della tua esistenza? Parlo degli amici storici di mio padre: il giorno del suo funerale mi hanno completamente ignorata, dimenticando le mie sofferenze e privandomi di ogni conforto. Forse, per loro, non merito attenzioni perché mia madre aveva divorziato da lui. Ma è un buon motivo? Loro, durante le vacanze di famiglia, insistevano per andare a messa: dov'è finito il loro senso morale, adesso? Nessuno di loro ha pensato a mia madre: anche io l'avevo dimenticata in questi anni. Eppure lei era sempre qui, vicina a me e a mio padre, più di quanto lo fossero gli amici e la compagnia, che basano l'affetto con le parole. Mi ha cresciuto, mi ha consolato quando vedevo la malattia di mio padre degenerare, ha asciugato le mie lacrime. Ciccia

Mia cara, non ho aggettivi sufficientemente pesanti per descrivere il comportamento di queste persone. Mi verrebbe voglia di metter giù delle parolacce, ma mi contengo. Non so quanti anni tu abbia. Ma che tu sia giovanissima, giovane o semi-giovane non è mai troppo presto per rendersi conto della vera natura dell’uomo. Hanno cercato di inculcarci, da piccoli, l’idea assolutamente priva di verità, che l’uomo è buono, leale, onesto, degno di rispetto. Ecco: nella stragrande maggioranza dei casi non è vero. Tu te ne sei accorta in una circostanza che avrebbe meritato un po’ di delicatezza, di attenzione. Tienila come una buona regola. E non starci troppo male. Peggio per loro. Ti mando un bacio.




Non solo amici

Non dormo più. Ho 17 anni e da quasi un anno conosco un ragazzo che ha rivoluzionato la mia vita, rendendola piacevole, armoniosa e bella da vivere. Tutto sembrava essere una classica amicizia, finché lui è partito per una settimana e durante quei giorni qualcosa in me è cambiato: ho sentito la sua assenza, arrivando alla conclusione che vivere senza di lui è quasi impossibile. Al suo rientro, incrociando il suo sguardo, ho capito che non era solo un amico per me. Da allora sono passati 5 mesi. Adesso, la paura di rovinare tutto supera il coraggio nel rivelargli i miei veri sentimenti. Lui, che probabilmente è etero, potrebbe rifiutarmi. Benito

Ma potrebbe rifiutarti anche se non fosse etero. Tu parti da questo principio. Nessuno è irresistibile, né in un caso né nell’altro. Ti ricordo, se ce ne fosse bisogno, che sei minorenne. Non so quanti anni abbia lui, ma, insomma, c’è da stare molto attenti, vigili e avveduti. Mi spiego?




Speciale Vanity C’È Mina Per Voi del 26 settembre , 2011 Partenza per Trento con la paura

Cara Mina, domani partirò per Trento per insegnare tedesco a una scuola media. Riuscirò ad ambientarmi? A essere felice e trovare amici? Sono timida e impacciata da diventare noiosa. Abbracci virtuali, A.

Sono sicura di sì, mia cara. Immagino che tu sia molto giovane. I tuoi ragazzi impareranno a volerti bene se, come credo, li tratterai con autorevolezza e con rispetto. Non so da dove ti sposti, ma Trento è una città meravigliosa. Mi ricordo che c’è una pasticceria… ma questo non fa certo parte delle principali attrattive… ma c’è una pasticceria… Non aver paura. Respira a pieni polmoni e va’ tranquilla. Gli amici, gli amori si possono trovare dovunque… persino a Trento. Ti abbraccio, Prof, e scusa se ti ho risposto in ritardo. Adesso avrai ingranato, mi auguro, e tutto andrà per il verso giusto.




Speciale Vanity C’È Mina Per Voi del 27 settembre , 2011 I Negramaro, il favore e la dritta

Cara Mina, per favoreeee inciderebbe la canzone dei Negramaro “Strappami l’anima”? Ogni volta che la sento, penso che sarebbe perfetta per la sua potenza vocale stratosferica. Un abbraccio e stia bene. Diego

Come stratosferismo, Giuliano dei Negramaro non scherza affatto. Ti dirò, caro Diego, che nel prossimo disco (io lo chiamo ancora così), nel prossimo CD, ci sono ben due pezzi di Giuliano. Uno si chiama “E così sia” e l’altro “Brucio di te”. Due inediti molto forti. Per “Strappami l’anima”, splendido, ci penserò. Grazie della dritta. Baci.




« back